Che cos’è il Counselling?

Il colloquio di Counselling aiuta a reperire risorse per affrontare e trovare un senso, un ordine, un significato diverso con cui poter reagire per affrontare e gestire il cambiamento .

Si rivolge a chi vive un momento di crisi, ha una scelta da fare, una difficoltà in famiglia, un lutto, un’ impasse in un rapporto

Non importa che bufera ci si trovi ad attraversare, e quanto forte siano i venti che scuotono la nave: quello che fa la differenza, alla fine, è come si posizionano le vele per riuscire a passarci attraverso.

“Essere consapevoli di ciò che si prova dentro di sé, senza sentirsi sbagliati,
è il passo fondamentale per essere padroni di se stessi.”

Arthur Schopenhauer

Chi è il Counsellor?

Il Counsellor è un professionista che aiuta a superare difficoltà per risolvere problemi di natura non psicopatologica. Quello che a volte serve è qualcuno che empaticamente ascolti, accolga e riconosca la fatica di vivere e di stare in determinate situazioni.

Il Counsellor riconosce l’umanità che l’altro porta e, senza giudizio, gli si mette a fianco e lo accompagna nel suo percorso di ricerca, che porti a nuove possibilità di sviluppo ed evoluzione, sia personale che relazionale.

Filosofia del Counselling

L’obiettivo del Counselling è il miglioramento della qualità di vita.

Alla base del Counselling vi è la  convinzione che il cliente sia il maggior esperto di se stesso e del suo problema, e che sia lui il portatore di tutto il potenziale necessario per affrontarlo e superarlo: il cliente è e rimane sempre il protagonista del suo processo di sviluppo personale. E’ un modo di relazionarsi che aiuta a vedere e a valorizzare anche i dettagli, per dare vita ad una creazione personalissima ed efficace che dia senso alla propria esistenza. Di cui ognuno è primattore e signore.

Indirizzo Sistemico Relazionale

Ognuno di noi fa parte di un complesso sistema di relazioni. È come se fossimo al centro di un intreccio di fili che si intersecano e ci legano ad altri, in intrecci di connessioni che ci definiscono e ci identificano.

L’approccio sistemico parte dal presupposto che il problema non sia esclusivamente nella persona, ma anche tra le persone, cioè nelle relazioni. Il cliente porta storie di relazioni, che coinvolgono più generazioni: il Counsellor sistemico tiene conto del contesto relazionale e delle interazioni della folla di persone che il cliente ha con sé nel colloquio, anche se non fisicamente.